• Biografia
  • Famiglia
  • Bibliografia
  • Scritti
  • Preghiera di abbandono
  • Relazioni/Articoli
  • Canti
  • Anniversari
  • Liturgia – 1 dicembre
  • Materiale per giovani
  • Pubblicazioni

Charles de Foucauld nasce a Strasburgo il 15 settembre 1858. Orfano dei genitori a sei anni è cresciuto dal nonno. A causa della guerra del 1870 la famiglia si rifugia a Nancy, dove Charles frequenterà il liceo. Nel 1876, determinato a seguire la carriera militare, entra all’Accademia di Saint-Cyr. Nel frattempo, la fede trasmessagli dai suoi si affievolisce: sono anni di buio, di disordine e di vita solitaria. Termina gli studi alla Scuola di Cavalleria di Saumur, iniziando una breve carriera militare.
Nel 1882 si dimette dall’esercito per partire alla scoperta del Marocco. Questo luogo gli “prende il cuore”, lo colpisce l’ospitalità della gente, è affascinato dall’immensità del deserto, ma soprattutto prova stupore per la fede nel Dio Grande e Unico dell’Islam. Ritorna in Francia, a Parigi, ma non ha pace. Le domande su Dio diventano assillanti. Su consiglio della cugina Marie, alla quale è molto legato, incontra don Henry Huvelin e a lui si rivolge per avere risposte sulla religione cattolica. Huvelin, che ha compreso fino in fondo la richiesta di Charles, lo fa inginocchiare, confessarsi e lo manda a ricevere l’Eucaristia. E’ l’inizio della sua conversione, avvenuta intorno al 30 ottobre 1886.
Charles de Foucauld si reca, quindi, in pellegrinaggio in Terra Santa. A Nazareth impara la vita nascosta vissuta da Gesù, la sua esistenza “umile e oscura di Gesù operaio a Nazareth”. Nel gennaio 1890 entra nella Trappa di Nostra Signora delle Nevi, in Francia. Qualche mese dopo, desiderando una vita più radicale, viene inviato alla Trappa di Akbès, in Siria. Ma lì comprende di non vivere in pienezza la vita di Nazareth che cercava e agli inizi del 1897 è lasciato libero di seguire la volontà di Dio altrove.

Nel marzo 1897 si trasferisce in Terra Santa dove risiede, per tre anni, nella cittadina di Nazareth, a servizio di un monastero di Clarisse. Alloggia in una capanna, vivendo in povertà assoluta, passando ore in adorazione silenziosa dell’Eucaristia e approfondendo la Bibbia. A poco a poco, si rende più concreto in lui il desiderio di fondare una realtà di vita religiosa all’interno della Chiesa che sappia riprodurre la vita di Nazareth, come l’ha vissuta Gesù con la sua famiglia. Aveva già scritto una Regola per questo, quand’era ancora in Trappa nel 1896. Ora la sviluppa e pensa concretamente a delle fraternità di Piccoli fratelli e Piccole sorelle per i quali realizzerà, tra il 1899 e il 1902 le Costituzioni e il Direttorio, ma resterà solo fino alla morte.

A poco a poco sente che amare Gesù significa diventare fratello di tutti, soprattutto di coloro che ancora non lo conoscono. Per questo accetta di diventare prete, a quarantatre anni, per vivere la vita di imitazione di Gesù “fra gli uomini più malati, le pecore più abbandonate”. Si trasferisce a Beni-Abbès, al confine dell’Algeria con il Marocco, dove vuole vivere una vita dedita solo alla preghiera e all’adorazione eucaristica, per avere un cuore capace di amare tutti, per essere tra gli uomini un fratello universale, nella solitudine con Dio.

Continuando ad avere a cuore il Marocco, ma impedito ad entrarvi a causa della situazione politica, si sposta nel sud in territorio Touareg, a Tamanrasset, dove conosce la popolazione del luogo e ne condivide la vita, incarnandosi nella loro storia, affinché il Vangelo di Gesù fosse conosciuto e vissuto nella quotidianità di questo popolo. Trascorre lunghe ore insieme alla gente del posto, raccogliendo per iscritto la loro cultura, perché ne restasse memoria storica.

Charles muore il 1 dicembre 1916, davanti al fortino di Tamanrasset, da lui costruito durante la prima guerra mondiale, come luogo di protezione per la popolazione nel caso di incursioni. Sarà colpito incidentalmente da un colpo di fucile durante una scaramuccia provocata da truppe ribelli del Sahara.

Più tardi il suo messaggio verrà raccolto da varie persone, laici, sacerdoti e religiosi, che daranno vita a molteplici realtà all’interno della Chiesa, ciascuna delle quali, privilegiando caratteristiche diverse della sua spiritualità, tutte unite nell’unico desiderio di fratel Charles di Gesù: imitare con la propria vita il Modello Unico, Gesù di Nazareth.

Biografia di Charles de Foucauld – Versione scaricabile

Albero21

Sito della famiglia foucauldiana: www.charlesdefoucauld.org

Collana delle opere spirituali di Charles de Foucauld

FOUCAULD C. DE, Considérations sur les fêtes de l’année, tome I, Nouvelle Cité, Paris 1987.
–, Qui peut résister à Dieu? Méditations sur l’Écriture Sainte (1896-1898), tome II-III, Nouvelle Cité, Paris 1980; tr. it., Chi può resistere a Dio? Meditazioni sulla Sacra Scrittura (1896-1898), vol. II-III, Città Nuova, Roma 1983.
–, Méditations sur les psaumes (1897), tome II-III/2, Nouvelle Cité, Montrouge 2002; tr. it., Insegnaci a pregare. Meditazioni sui Salmi, Centro Ambrosiano, Milano 2003.
–, En vue de Dieu seul. Méditations sur les passages des Saints Évangiles relatifs à quinze vertus (1897), tome IV/1, Nouvelle Cité, Paris 1973, 1999; tr. it., Meditazioni sui passi dei vangeli relativi a Dio solo, fede, speranza, carità (1897-1898), vol. IV, Città Nuova, Roma 1973, 37-254.
–, Aux plus petits de mes frères. Méditations sur les passages des Saints Évangiles relatifs à quinze vertus (1897-1898), tome IV/2, Nouvelle Cité, Paris 1973; tr. it., Meditazioni sui passi dei vangeli relativi a Dio solo, fede, speranza, carità (1897-1898), vol. IV, Città Nuova, Roma 1973, 255-425.
–, Commentaire de Saint Matthieu (1886-1900), tome V, Nouvelle Cité, Paris 1989.
–, La bonté de Dieu. Méditations sur les Saints Évangiles (1), tome VI/1, Nouvelle Cité, Montrouge 1996.
–, L’imitation du Bien-aimé. Méditations sur les Saints Évangiles (2), tome VI/2, Nouvelle Cité, Montrouge 1997.
–, Petit frère de Jésus. Méditations sur l’imitation de Notre-Seigneur, l’amour du prochain, la pauvreté et l’abjection (1897-1898). Essai pour tenir compagnie à Notre-Seigneur Jésus (1900), tome VII, Nouvelle Cité, Paris 1976; tr. it., Piccolo fratello di Gesù. Meditazioni (1897-1900), vol. VII, Città Nuova, Roma 1975.
–, L’esprit de Jésus. Méditations et explications de l’Évangile (1896-1915), tome VIII, Nouvelle Cité, Paris 1978, Montrouge 2005; tr. it., Lo spirito di Gesù. Meditazioni (1898-1915), vol. VIII, Città Nuova, Roma 1978.
–, La dernière place. Retraite à Nazareth (1897), tome IX/1, Nouvelle Cité, Montrouge 2002; tr. it., La vita nascosta. Ritiri in Terra Santa (1897-1900), vol. IX/1, Città Nuova, Roma 1974.
–, Crier l’Évangile. Retraites en Terre Sainte, tome IX/2, Nouvelle Cité, Paris 1974; tr. it., All’ultimo posto. Ritiri in Terra Santa (1897-1900), vol. IX/2, Città Nuova, Roma 1974.
–, Seul avec Dieu. Retraites à Notre-Dame des Neiges et au Sahara, tome X, Nouvelle Cité, Paris 1975, Montrouge 2005; tr. it., Solitudine con Dio. Ritiri per le ordinazioni e nel Sahara (1900-1909), vol. X, Città Nuova, Roma 1975.
–, Règlements et Directoire, tome XI-XII, Nouvelle Cité, Montrouge 1995.
–, Carnet de Beni Abbès (1901-1905), tome XIII, Nouvelle Cité, Paris 1993.
–, Carnets de Tamanrasset (1905-1916), tome XIV, Nouvelle Cité, Paris 1986.
–, Voyageur dans la nuit. Notes de spiritualité (1888-1916), tome XV, Nouvelle Cité, Paris 1979; tr. it., Viaggiatore nella notte. Note spirituali varie (1888-1916), vol. XV, Città Nuova, Roma 1979.

Corrispondenza di Charles de Foucauld

FOUCAULD C. DE, «Cette chère dernière place». Lettres à mes frères de la Trappe, ed. A. Robert – P. Sourisseau, Cerf, Paris 1991.
–, Correspondances lyonnaises (1904-1916), Karthala, Paris 2005.
–, Correspondances sahariennes. Lettres inédites aux Pères blancs et aux Sœurs blanches (1901-1916), Cerf, Paris 1998.
–, L’aventure de l’amour de Dieu. 80 Lettres inédites de Charles de Foucauld à Louis Massignon, ed. J.-F. Six, Seuil, Paris 1993.
–, Lettres à Henry de Castries, Grasset, Paris 1938; Lettres à son ami Henry de Castries (1901-1916), Nouvelle Cité, Bruyères-le-Châtel 2011.
–, Lettres à Mme de Bondy. De la Trappe à Tamanrasset, Desclée de Brouwer, Paris 1966; tr. it., Lettere a Mme de Bondy. Dalla Trappa a Tamanrasset, AVE, Roma 1968.
–, Lettres à sa sœur Marie de Blic, Le Livre Ouvert, Mesnil Saint-Loup 2005.
–, Lettres à un ami de lycée. Correspondance avec Gabriel Tourdes (1874-1915), Bruyères-le-Châtel 2010; tr. it., Lettere a un amico di liceo. Corrispondenza inedita con Gabriel Tourdes (1874-1915), Città Nuova, Roma 1985.
–, Lettres inédites au général Laperrine, pacificateur du Sahara, La Colombe, Paris 1955.
–, XXV lettres inédites du Père de Foucauld. Correspondance avec le chanoine Caron, Bonne Presse, Paris 1946.
FOUCAULD C. DE – ABBÉ HUVELIN, 20 ans de correspondances entre Charles de Foucauld et son directeur spirituel (1890-1910), ed. J.-F. Six – B. Cuisinier, Nouvelle Cité, Bruyères-le-Châtel 2010; tr. it., Charles de Foucauld – Don Huvelin. Corrispondenza inedita, Borla, Torino 1965.

Opere scientifiche di Charles de Foucauld

FOUCAULD C. DE, Chants Touaregs, Albin Michel, Paris 1997.
–, Dictionnaire abrégé tuareg-français des noms propres. Dialecte de l’Ahaggar, Larose, Paris 1940.
–, Dictionnaire abrégé tuareg-français. Dialecte de l’Ahaggar, 4 tomes, Basset, Paris 1951-1952.
–, Esquisses sahariennes. Trois carnets inédits de 1885, Jean Maisonneuve, Paris 1985.
–, Lexique abrégé tuareg-français. Dialecte de l’Ahaggar, 2 tomes, Basset, Alger 1918, 19202.
–, Notes pour servir à un essai de grammaire touarègue, Carbonnel, Alger 1920.
–, Poésies touarègues, 2 tomes, Leroux, Paris 1925 – 1930.
–, Reconnaissance au Maroc, Challamel, Paris 1888, Societé d’Editions Géographiques maritimes et coloniales, Paris 1939, L’Harmattan, Paris 1998, Du Jasmin, Clichy 1999.
FOUCAULD C. DE – CALASSANTI-MOTYLINSKI A. DE, Grammaire, dialogues et dictionnaires tuaregs, Basset, Alger 1908.
–, Textes tuaregs en prose. Dialecte de l’Ahaggar, Basset, Alger 1922. Réédition critique par l’équipe Salem Chaker, Edisud, Aix-en-Provence 1984.

Per conoscere Charles de Foucauld

ANNIE DI GESÙ (PETITE SŒUR), Charles de Foucauld, Qiqajon, Magnano (BI) 1998.
ANNUNZIATA DI GESÙ (PETITE SŒUR), Charles de Foucauld e l’islam, Qiqajon, Magnano (BI) 2005.
BAZIN R., Charles de Foucauld, explorateur du Maroc, ermite au Sahara, Plon, Paris 1921, Nouvelle Cité, Montrouge 2003; tr. it., Charles de Foucauld, esploratore del Marocco, eremita nel Sahara, Paoline, Milano 2005.
BOUVIER M., Le Christ de Charles de Foucauld, Desclée de Brouwer, Paris 2004.
FOUCAULD C. DE, Solo con Dio in compagnia dei fratelli. Itinerario spirituale dagli scritti, ed. E. Bolis, Paoline, Milano 2002.
CHATELARD A., Charles de Foucauld: le chemin vers Tamanrasset, Karthala, 2002; tr. it., Charles de Foucauld verso Tamanrasset, Qiqajon, Magnano (BI) 2002.
Contemplazione e secolarità dei laici sulle orme di Charles de Foucauld, Elledici, Leumann (TO) 2004.
CURUCHICH TUYUC C.O., Charles de Foucauld e René Voillaume. Esperienza e Teologia del «Mistero di Nazaret», Cittadella, Assisi 2011.
FRACCARO A., «Questa piccola vita di Nazareth che sono venuto a cercare…». La “vita cristiana” nei testi di fondazione di Charles de Foucauld, Milano, Glossa 2006.
FURIOLI A., Charles de Foucauld. L’amicizia con Gesù, Ancora, Milano 2002.
LARINI R. (ed.), Charles de Foucauld. L’eloquenza di una vita secondo l’evangelo, Qiqajon, Magnano (BI) 2003.
MANDONICO A., Nazaret nella spiritualità di Charles de Foucauld, Messaggero, Padova 2002.
–, Testimoni dell’Emmanuele, Erga, Genova 2010.
MARITAIN J., La vocazione dei piccoli fratelli di Gesù, La Locusta, Vicenza 1974.

MAXENCE J.L., L’appel du désert. Charles de Foucauld – Antoine de Saint-Exupéry, Presses de la Renaissance, Paris 2002; tr. it., Il richiamo del deserto. Charles de Foucauld – Antoine de Saint-Exupéry, Messaggero, Padova 2005.
MAZZOLARI P., Charles de Foucauld, La Locusta, Vicenza 1965.
RAULT C., Désert ma cathédrale, Desclée de Brouwer, Paris 2008.
RIZZI G., Il ritorno di Elia. Charles de Foucauld: il mormorio leggero dello Spirito nell’islām, Il Pozzo di Giacobbe, Trapani 2011.
ROSADONI L., Charles de Foucauld fratello universale, Gribaudi, Torino 19912.
SEQUERI P., Charles de Foucauld. Il vangelo viene da Nazaret, Vita e Pensiero, Milano 2010.
SERPETTE M., Foucauld au désert, Desclée de Brouwer, Paris 1997; tr. it., Foucauld nel deserto, Queriniana, Brescia 1998.
–, Frère Charles, ouverture au monde, «Jesus Caritas» 278 (2000) 43-48.
SIX J.-F., Charles de Foucauld aujourd’hui, Seuil, Paris 1966; tr. it., Charles de Foucauld oggi, Massimo, Milano 1969.
–, Charles de Foucauld autrement, DDB, Paris 2008.
–, Itinerario spirituale di Charles de Foucauld, Morcelliana, Brescia 19863.
–, La mia fede, Città Nuova, Roma 1972.
SIX J.-F. – SERPETTE M. – SOURISSEAU P., Le testament de Charles de Foucauld, Fayard, Paris 2005.
TOMMASO (PICCOLO FRATELLO) (ed.), Piccolo per diventare fratello. Charles de Foucauld e i Piccoli Fratelli del Vangelo, Cittadella, Città di Castello (PG) 1991.
WACKENHEIM G., Charles de Foucauld enfant, Libreria Coello, San Pedro Sula (Honduras) 2002; tr. it., Charles de Foucauld bambino, «Famiglia Carlo de Foucauld» 112 (2008) 9-132.

Per conoscere Piccola sorella Magdeleine di Gesù

ANNIE DI GESÙ (PETITE SŒUR), Piccola sorella Magdeleine di Gesù, Qiqajon, Magnano (BI) 2011.
BOZZOLON N. – BOZZOLON I., Piccola sorella Magdeleine di Gesù. Una rosa fiorisce nel deserto, CLEUP, Padova 2011.
MAGDELEINE DE JESUS (PETITE SŒUR), D’un bout du monde à l’autre, Nouvelle Cité, Paris 1983; tr. it., Da un capo all’altro del mondo, Città Nuova, Roma 1985.
–, “Dieu m’a prise par la main…”. Sa jeunesse et les dix premières années de la fondation 1898-1949, manoscritto, Roma 1995; tr. it., “Dio mi ha preso per mano…”. La sua giovinezza e i primi 10 anni della fondazione 1898-1949, manoscritto, Roma 1995.
–, Du Sahara au monde entier. Les Petites Sœurs de Jésus sur les traces du Frère Charles de Jésus, Nouvelle Cité, Paris 1981; tr. it., Dal Sahara al mondo intero, Città Nuova, Roma 1983.
–, Gesù per le strade. Lettere e scritti spirituali, 2 voll., Piemme, Casale Monferrato (AL) 2000.
–, Il padrone dell’impossibile, Piemme, Casale Monferrato (AL) 1994.
–, Jésus est le Maître de l’impossible, Le Livre Ouvert, Mesnil Saint-Loup 1991; tr. it., Gesù è il Signore dell’impossibile, Città Nuova, Roma 1993.

Per conoscere Carlo Carretto

CARRETTO C., Padre mio mi abbandono a te, Città Nuova, Roma 1975.

Per conoscere Henri Huvelin

HUVELIN H., Bossuet, Fenelon, le quietisme, Lecoffre-Gabalda, Paris 1912.
–, Cours sur l’histoire de l’Église, Saint Paul, Paris 1964.
–, L’Amour de Notre-Seigneur, Lecoffre, Paris 1925.
–, Le regard du Christ, Arthème Fayard, Paris 1960.
HUVELIN P.M.J., Écrits spirituels et paroles de l’Abbé Huvelin, ed. M.T. Louis-Lefebvre, Lethielleux, Paris 1959.

Per conoscere Louis Massignon

MASSIGNON L., Parole donnée, Seuil, Paris 1987; tr. it., Parola data, Adelphi, Milano 1995.
MASSIGNON – ABD-EL-JALLIL, Parrain et filleul 1926-1962, Cerf, Paris 2007.
RIZZARDI G., L. Massignon (1883-1962). Un profilo dell’orientalista cattolico, Glossa, Milano 1996.

Per conoscere René Voillaume

VOILLAUME R., A la suite de Jésus, Cerf, Paris 1965.
–, Au cœur des masses, Cerf, Paris 1950; tr. it., Come loro. Nel cuore delle masse, Paoline, Roma 1953, Cinisello Balsamo (MI) 199913.
–, Charles de Foucauld et ses premiers disciples. Du désert arabe au monde des cités, Bayard Éditions – Centurion, Paris 1998; tr. it., Charles de Foucauld e i suoi discepoli, San Paolo, Milano 2001.
–, Con Gesù nel deserto, Morcelliana, Brescia 1970.
–, Contemplativi nel mondo, Cittadella, Assisi 1973.
–, Esigenze di fraternità, Cittadella, Assisi (PG) 19742.
–, Fedeli al vangelo, Cittadella, Assisi (PG) 19742.
–, Frères de tous, Cerf, Paris 1967.
–, Intimità con Dio, Ancora, Milano 1972.
–, L’apostolato dell’amicizia e la vita di preghiera in Padre de Foucauld, Corsia dei Servi, Milano 1958.
–, L’éternel vivant, Cerf, Paris 1978; tr. it., L’eterno vivente, Città Nuova, Roma 1979.
–, La chiesa corpo di Cristo, Corsia dei servi, Milano 1954.
–, La vita religiosa. Conversazioni a Béni-Abbès, Città Nuova, Roma 1973.
–, La vita religiosa nel mondo attuale, Ancora, Milano 1972.
–, Laissez-là vos filets, Cerf, Paris 1975; tr.it., Lasciate le vostre reti. Nuove conversazioni a Béni-Abbès, Città Nuova, Roma 1975.
–, Lettres aux fraternités, I, Témoins silencieux de l’amitié divine, Cerf, Paris 1960; tr. it., Sulle strade del mondo. Lettere ai fratelli cristiani, Morcelliana, Brescia 1960.
–, Lettres aux fraternités, II, À cause de Jésus et de l’Évangile, Cerf, Paris 1960; tr. it., Lettere ai nostri fratelli, Morcelliana, Brescia 1961.
–, Lettres aux fraternités, III, Sur le chemin des hommes, Cerf, Paris 1966; tr. it., Sul cammino degli uomini. Lettere alle fraternità, Morcelliana, Brescia 1967.
–, Lettres aux fraternités, IV, Voyants de Dieu dans la Cité, Cerf, Paris 1974; tr. it., Contemplativi nell’azione. Lettere alle fraternità, Morcelliana, Brescia 1975.
–, Ma chair pour la vie du monde, Cerf, Paris 1972.
–, Messaggio del P. De Foucauld. Conferenza per il gruppo di laureati di AC Gregoriana, Tipografia Ars Graf, Roma 1960.
–, Où est votre foi?, Cerf, 19713; tr. it., Dov’è la vostra fede?, Cittadella, Città di Castello (PG) 1971.
–, Prier pour vivre, Cerf, Paris 1966; tr. it., Pregare per vivere, Cittadella, Assisi (PG) 19745.
–, Retraite au Vatican, Fayard, Paris 1969.
–, Sul cammino degli uomini, Morcelliana, Brescia 1967.
–, Sulle tracce di Gesù, Ancora, Milano 1967.

Lettere

«Mio Dio, se esisti fa’ che ti conosca!»
Lettera di Charles de Foucauld a Henry de Castries, Notre-Dame-des-Neiges, 14 agosto 1901
Non appena credetti che c’era un Dio, compresi che non potevo fare altro che vivere per Lui: la mia vocazione religiosa risale alla stessa ora della mia fede. Dio è così grande! C’è una tale differenza tra Dio e tutto quello che non è Lui! Leggi tutto…

Nessun bastimento a vela né a vapore ti condurrà così lontano quanto un minuto di preghiera!
Lettera di Charles de Foucauld al nipote Charles de Blic, Beni Abbès, 15 novembre 1903
Mio caro, se tu vuoi essere marinaio, devi amare i lunghi viaggi, i viaggi lontani; devi dunque avere un’inclinazione molto viva per la preghiera che in un istante conduce così lontano, così in alto! Leggi tutto…

Meditazioni bibliche

“Mio Dio, insegnami a discendere con te…”
Meditazioni di Charles de Foucauld sulla vita di Nazareth
Come sei Buono, mio Dio, ad averci dato, non soltanto nelle Tue parole, ma addirittura in tutta la Tua vita, con i Tuoi esempi, la via da seguire, tutto ciò che ci occorre per camminare diritto, tutti gli insegnamenti necessari per piacerTi, per fare la Tua volontà, per servirTi, per consolare il Tuo Cuore… Oh! quanto questa vita di Nazareth è ricca di esempi e di lezioni! Grazie! Grazie! Leggi tutto…

Tu conosci la nostra debolezza… ci gridi «coraggio»…
Meditazione di Charles de Foucauld sul Salmo 13 (12)
Ecco ancora delle parole molto consolanti, mio Dio… Tu conosci la nostra debolezza, tu sai di quale fango siamo formati, e quanto la fiducia, la fede, il coraggio sono difficili per noi, quanto facilmente ci lasciamo andare allo scoraggiamento… Anche in tutti i tuoi libri santi ci gridi «coraggio» Leggi tutto…

Santificate il mondo, portatemi al mondo
Meditazione di Charles de Foucauld a Lc 1,39
Appena incarnato ispiro a mia madre di portarmi alla casa in cui sta per nascere Giovanni, al fine di santificarla prima della sua nascita… Leggi tutto…

O Dio geloso… ma la Vostra gelosia è molto diversa da quella degli uomini
Meditazione di Charles de Foucauld a Lc 6,26
Gli uomini sono gelosi per loro, per amore per se stessi, al fine di non perdere un cuore del quale hanno bisogno per la loro felicità. Voi, Voi siete geloso per noi, per amore verso di noi, perché non perdiamo il Vostro possesso che solo può renderci felici. Leggi tutto…

Rosario

Misteri della gloria
Grazie della tua Risurrezione, grazie della tua Ascensione, grazie della tua grande gloria… Grazie, grazie, grazie! quanto sono felice! Sei per sempre beato! Alleluia! Alleluia! Il nostro Beneamato è felice, che cosa ci manca? Alleluia! Alleluia! Diciamo con grande fervore e giubilo ogni giorno i misteri gloriosi del rosario. Leggi tutto…

Misteri della luce
Ci dite, mio Dio, che non siete venuto perché la vostra luce sia sempre nascosta, ma che i vostri discepoli devono metterla sul candelabro (Mc 4,21), gridare i vostri insegnamenti sui tetti (Mt 10,27) e mettere in luce i vostri esempi. Grazie mio Dio, di essere venuto tra di noi per illuminarci, o Luce divina! Leggi tutto…

Misteri della gioia
Se è venuto a vivere in mezzo a noi, è perché lo guardassimo, lo contemplassimo in questa vita umana che ha vissuto quaggiù, lui che l’ha vissuta appositamente per essere, mediante essa, nostra vita e nostra luce. Leggi tutto…

Misteri del dolore
Mio Dio, dona a tutti, a tutti gli uomini, la conoscenza di te e la compassione dei tuoi dolori. Leggi tutto…


Padre mio,
io mi abbandono a te:
fa’ di me ciò che ti piace.
Qualunque cosa tu faccia di me,
ti ringrazio.
Sono pronto a tutto,
accetto tutto,
purché la tua volontà si compia in me
e in tutte le tue creature.
Non desidero niente altro, mio Dio.
Rimetto la mia anima nelle tue mani,
te la dono, mio Dio,
con tutto l’amore del mio cuore,
perché ti amo.
Ed è per me un’esigenza d’amore il donarmi,
il rimettermi nelle tue mani senza misura,
con una fiducia infinita
perché tu sei il Padre mio.
Charles de Foucauld
.

Canti su testi di Charles de Foucauld

Accoglienza

Rit: Accogliere tutti vicini e lontani
ed esser per loro un fratello universale.
Amare ogni uomo come figlio di Dio,
dimora per tutti la mia casa.

Fare per gli altri quello che vorremmo per noi,
fare per loro quello che faremmo per Gesù,
amare il prossimo come noi stessi
per non perdere quelli che il Padre ci affida. Rit.

Ciò che facciamo ai fratelli che sono poveri,
ai bambini, ad ebrei e musulmani,
ai vecchi, agli infermi, ai poveri viandanti,
sono per noi gesti d’amore per Gesù. Rit.

Per non tradire questi nostri figli di Dio
non possiamo essere pastori indifferenti,
e tacere di fronte all’ingiustizia,
cani muti, sentinelle addormentate. Rit.

Cfr. CH. DE FOUCAULD, Lettres à Henry de Castries, Grasset, Paris 1938, pp. 83-85.
Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), Canterò le tue misericordie, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2004.

All'inizio e alla fine del tempo

Beneamato Signore Gesù,
possedete voi solo,
con il vostro Padre e lo Spirito santo
i nostri sensi, le nostre memorie
e i nostri cuori. Amen.

Cfr. Ch. de Foucauld, Règlements et directoire, Nouvelle Cité, Montrouge 1995 , p. 187.
Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), “Questa piccola vita di Nazareth che sono venuto a cercare…”, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2008.

Adorazione

Mio Dio, sono davanti a te.
Tutto intorno è silenzio.

Rit. Mio Dio ti adoro,
sono tuo e solo tuo.
Mio Dio ti adoro,
dal profondo del mio spirito
fa’ di me ciò che tu vuoi.

Mio Dio, che cosa ho fatto
per meritare tanta grazia? Rit.

Cfr. CH. DE FOUCAULD, La vita nascosta. Ritiri in Terra santa (1897-1900), Città Nuova, Roma 1974, p. 62.
Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), Canterò le tue misericordie, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2004.

Avvento è tempo di gioia

Avvento è tempo di gioia,
che grazia trascorrerlo a Nazareth
insieme a Maria e Giuseppe
raccolti in presenza del Figlio.

Oh, che religioso silenzio,
che amore, che contemplazione!
E che sospensione dell’anima
perduta nell’adorazione.

Il Cristo è ancora invisibile
ma alla luce è prossimo ormai:
con umile riconoscenza
noi ora lo accogliamo stupiti.
Amen.

Cfr. Ch. de Foucauld, Considérations sur les fêtes de l’année, Nouvelle Cité, Paris 1987, p. 47-48.

Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), “Questa piccola vita di Nazareth che sono venuto a cercare…”, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2008.

Beato l'uomo di vera felicità

Come albero piantato sulla riva d’acque vive,
così è l’uomo che medita la legge del Signore.

Come albero fecondo con le foglie sempre verdi,
così le opere dell’uomo orientate al vero bene.

Rit. Beato è l’uomo, beato, beato di vera felicità.
Beato perché il Signore lo consola, lo consola.

Come pula che è dispersa dal soffio del vento
così è l’empio che fugge la volontà di Dio. Rit.

Beato è l’uomo se medita la legge
e nelle opere la compie, chi è senza frutto
lo consola, lo consola:
a suo tempo darà frutto
a suo tempo darà opere buone perché: Rit.

Cfr. Ch. DE FOUCAULD, Méditations sur les psaumes, Nouvelle Cité, Montrouge 2002, p. 40-44.

Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), Quali parole di consolazione racchiudono i tuoi salmi, mio Dio!, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2007.

Canterò le tue misericordie

Mio Dio come sei buono!
Mio Dio come canterò le tue misericordie!

Cfr. CH. DE FOUCAULD, La vita nascosta. Ritiri in Terra santa (1897-1900), Città Nuova, Roma 1974, p. 94.

Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), Canterò le tue misericordie, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2004.

Come il chicco di grano

Come il chicco di grano dell’Evangelo,
devo decompormi nella terra,
nel deserto del Sahara,
per la salvezza dei miei fratelli,
per imitare Gesù a Nazareth.
È questa la mia vocazione;
imitare Gesù, il mio Beneamato!

Cfr. CH. DE FOUCAULD, L’évangile présenté aux pauvres nègres du Sahara, Arthaud, Paris 1937, p. 182.

Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), Canterò le tue misericordie, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2004.

Come un viaggiatore nella notte

“Egli discese, andò a Nazareth ed era loro sottomesso” (Lc 2,51).
Gesù, Maria e Giuseppe,
imparerò, imparerò da voi a tacere,
a passare oscuro sulla terra,
come un viaggiatore nella notte;
a passare oscuro sulla terra,
come un viaggiatore nella notte.
Haec requies mea, haec requies mea, in saeculum saeculi.

Cfr. CH. de Foucauld, Viaggiatore nella notte. Note spirituali varie (1888-1916), Città nuova, Roma 1979, p. 145.

Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), “Questa piccola vita di Nazareth che sono venuto a cercare…”, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2008.

Cristo è vivente per sempre

È già mezzanotte, alleluia,
e nella tomba non vi è più Gesù:
colui che piangevo è risorto,
vivente per sempre, alleluia.

E brilla la luce di Cristo,
la notte s’illumina e risplende,
la luce eterna è apparsa,
il Cristo è risorto, alleluia.

E gridano cielo e terra
di secolo in secolo, per sempre:
il Beneamato più non morirà,
beato è in eterno, alleluia.

Alleluia, alleluia, alleluia.

Cfr. Ch. de Foucauld, Considérations sur les fêtes de l’année, Nouvelle Cité, Paris 1987, pp. 326-328.

Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), “Questa piccola vita di Nazareth che sono venuto a cercare…”, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2008.

Di generazione in generazione

Generazioni e generazioni
hanno vissuto, amato e sofferto.
Il tempo passato quaggiù sulla terra
fu il primo passo della loro vita.
Come farfalla uscita dal bozzolo
vivono e ancora vivranno, per sempre.
E noi, bambini neonati,
attendiamo la vera vita.

Piccola e breve è la vita terrena,
ma ci prepara alla vita del Cielo.
Se siamo docili figli del Padre
e ci lasciamo guidare da Lui
Egli ci inonda di raggi di luce
e già viviamo la vita divina.
E noi, colmati di grazie,
già viviamo la vera vita.

Colma di grazia è ancor più questa vita,
Dio l’ha innalzata con l’Incarnazione.
Più non possiam disprezzare la vita
perché è venuto Gesù sulla terra
e ora, nostro compagno di esilio,
resta con noi nell’Eucaristia.
È dolce questa vita,
con noi è il Beneamato .

Cfr. Ch. de Foucauld, Commentaire de saint Matthieu, Nouvelle Cité, Paris 1989, pp. 39-41.

Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), “Questa piccola vita di Nazareth che sono venuto a cercare…”, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2008.

Gesù Eucarestia, sola vita

Ci doni tutto ciò che sei,
tu entri in noi Gesù,
ti unisci alla nostra anima
e noi dimoriamo nel tuo amore.

Rit. Poni nei nostri cuori l’amore perfetto
con la santa Eucarestia.

Ideale dell’amore
è l’unione con te Gesù,
nell’Eucarestia viviamo per te
viviamo della tua vita divina. Rit.

Cfr. CH. DE FOUCAULD, L’imitation du bien-aimé, Méditations sur les Saints Évangiles (II), Nouvelle Cité, Montrouge 1997, p. 168.

Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), Canterò le tue misericordie, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2004.

Gridare il Vangelo sui tetti

La nostra vita sempre risplenda
come un’immagine del Beneamato
dica il Vangelo con l’esempio.

Conformiamo la nostra vita
alle parole di nostro Signore,
senza temere i giudizi del mondo.

Facciamo nostri tutti i pensieri
e le parole e i gesti di Gesù.

La nostra vita sia un riflesso
e un profumo, un’immagine di Gesù.

Tutta la nostra esistenza,
tutto il nostro essere
gridi il Vangelo sui tetti.

Tutta la nostra persona
deve gridare che noi
apparteniamo a Gesù.

Cfr. CH. DE FOUCAULD, La bonté de Dieu. Méditations sur les saints Évangiles (I), Nouvelle Cité, Montrouge 1996, p. 285.

Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), Canterò le tue misericordie, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2004.

Jesus caritas

Sacro Cuore di Gesù
hai acceso il fuoco in terra.
O mio Dio fa’ ardere
questo tuo fuoco d’amore
nel mio cuore
e in quello di tutti gli uomini.

Cfr. CH. DE FOUCAULD, L’imitation du bien-aimé, Méditations sur les Saints Évangiles (II), Nouvelle Cité, Montrouge 1997, p. 60.

Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), Canterò le tue misericordie, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2004.

Il comandamento dell'amore

Dio, tu sei amore, tu sei carità,
vuoi che noi, tuoi figli, fragili e poveri,
tutti i nostri istanti li viviamo in te,
e il fratello accanto a noi viva nella grazia,
perché il tuo amore brucia come fuoco
fino al cielo e in tutta la terra.

Cristo, nostro tutto, solo necessario,
il più grande bene è stare insieme a te
nel silenzio, nell’oblio, nella solitudine,
per glorificarti e far la tua volontà.
Nel silenzio s’odono dei saggi le parole,
nell’Eucaristia sei con noi.

Ama il Signore tuo Dio con tutte le tue forze,
con tutta la tua anima,
ama il Signore tuo Dio con tutto il cuore,
con tutto il tuo spirito;
ama il prossimo tuo come te stesso,
ama il fratello.

Tu sei il Beneamato, Cristo, nostro sposo,
tu vivesti a Nazareth con il tuo lavoro:
lavoriamo come te con le nostre mani,
con amore e gioia, con coscienza e fedeltà,
non per arricchirci ma per imitarti
e cercare il regno di Dio.

Ama il Signore tuo Dio con tutte le tue forze…

Ama, ama, ama il Signore tuo Dio
e il prossimo tuo come te stesso.
Ama, ama, ama il Signore tuo Dio
ama il fratello come te stesso.

Deus caritas est.
Deus caritas est.

Cfr. Ch. de Foucauld , La vita nascosta. Ritiri in Terra Santa (1897-1900), cit., p. 126; cfr. Ch. de Foucauld, L’imitation du Bien-aimé, Nouvelle Cité, Paris 1987, p. 34; cfr. C. de Foucauld, Règlements et directoire, Nouvelle Cité, Montrouge 1995, pp. 187, 242.

Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), “Questa piccola vita di Nazareth che sono venuto a cercare…”, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2008.

In amorevole ascolto

In amorevole ascolto
ai piedi del Beneamato
leggiamo il suo Vangelo:
è Lui che ci parla di sé,
si fa conoscere a noi.

Come Maria e Giuseppe
e come Maria di Magdala
la sua Parola accogliamo,
attenti a comprendere e seguire
le sue più piccole parole.

Riceviamo le parole dell’amato,
sono dono del suo amore.
Custodiamo le parole dell’amato
come un tesoro,
dono del suo amore.

In amorevole ascolto
ai piedi del Beneamato
leggiamo il suo Vangelo.
Amiamo le sue parole,
come una cara melodia.

Riceviamo le parole dell’amato…

Desideriamo con il cuore
con gioia e riconoscenza,
imprimiamo nella memoria
le parole care e benedette
del nostro Sposo beneamato.

Cfr. Ch. de Foucauld, Commentaire de saint Matthieu, Nouvelle Cité, Paris 1989, pp. 14-18.

Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), “Questa piccola vita di Nazareth che sono venuto a cercare…”, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2008.

La conversione

Mio Dio, se tu esisti,
fa’ che io ti conosca.

Cfr. CH. DE FOUCAULD, Lettres à Henry de Castries, Grasset, Paris 1938, pp. 92-101.

Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), Canterò le tue misericordie, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2004.

La povertà

Rit. Per tutte le strade
mi conduci alla santa povertà.

Desidero mio Dio
vivere la povertà
soffrire la solitudine
trascorrere la vita mia
accanto a te, mio Maestro,
mio Fratello e mio Sposo. Rit.

Mio Dio come è possibile
vederti povero e restare ricco.
Io non posso amare
senza assomigliare a te,
senza imitare, imitare te,
senza partecipare alle durezze della vita. Rit.

Cfr. CH. DE FOUCAULD, La vita nascosta. Ritiri in Terra santa (1897-1900), Città Nuova, Roma 1974, p. 167.

Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), Canterò le tue misericordie, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2004.

La terra come un cielo

Hai dato a me tutti i beni, mio Dio,
vivendo in te, nella tua volontà,
amando te, mio Dio.
Pace infinita, felicità immutabile,
luce radiosa che trasforma la vita
e fa della terra un cielo.

Cfr. Ch. DE FOUCAULD, Lettres à Henry de Castries, Grasset, Paris 1938, pp. 92-101.

Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), Canterò le tue misericordie, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2004.

La visitazione

In quei giorni Maria si mise in viaggio
e raggiunse in fretta la casa di Zaccaria.
Appena Elisabetta ebbe udito il saluto,
il bambino esultò nel suo grembo.

Nel mistero dell’Incarnazione
mi sono donato al mondo
per la sua salvezza.

Prima di nascere ispiro a mia madre
di portarmi a tutti gli uomini
per santificarli.

Vi dono la missione
che ho dato a mia madre:
portatemi al mondo
in silenzio, con la vita,
portatemi al mondo,
portate il mio Vangelo,
santificate il mondo.

Voi che vivete la vita nascosta
in mezzo a chi non mi conosce
portate il mio Vangelo.

Voi che adorate nel silenzio
la santa Eucaristia,
andate in tutto il mondo.

Vi dono la missione
che ho dato a mia madre:
portatemi al mondo
in silenzio, con la vita,
portatemi al mondo,
portate il mio Vangelo,
santificate il mondo.

Cfr. Ch. de Foucauld , Crier l’Évangile. Retraites en Terre Sainte , cit., pp. 21-22.

Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), “Questa piccola vita di Nazareth che sono venuto a cercare…”, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2008.

Le creature raccontano la bellezza di Dio

Le tue opere Signore
raccontano la tua gloria.
Tu ci insegni ad amarle
soltanto per te,
perché sono dono della tua bontà
riflesso della tua bellezza.

La tua legge, mio Dio
è un dono per chi ti ama.
È più dolce del miele,
di un favo stillante,
perché ci rivela la tua volontà:
è luce che ci dà la luce.

Le tue creature, Signore,
sono una scala splendida
tu ci inviti a salire da loro a te;
bellezza suprema,
bellezza perfetta,
bellezza creatrice.
Bellezza sei tu, o Signore.

Le tue opere Signore
raccontano la tua gloria.
Tu ci insegni ad amarle
soltanto per te,
perché sono dono della tua bontà,
riflesso della tua bellezza.

Cfr. CH. DE FOUCAULD, Méditations sur les psaumes, Nouvelle Cité, Montrouge 2002, p. 102-107.

Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), Quali parole di consolazione racchiudono i tuoi salmi, mio Dio!, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2007.

Le tue parole consolano

Deboli e impotenti noi creature.
La mia esistenza è tutta miseria.
Il peso del male mi rattrista.
Dolore inquieto è amore per sé.

È meschino il mio rimuginare
progetti su progetti nel mio animo.
Riesaminare di continuo il dolore nel cuore,
che è amore per sé.

Cambia e converti il nostro cuore, Signore.

Tu conosci la nostra debolezza.
Tu sai di quale fango siam formati.
È facile lasciarsi scoraggiare,
cadere e ricadere nell’errore.

Il pentimento è forza di vita eterna.
Le tue parole, Signore, consolanti.
Il tuo vangelo: semi di speranza.
Tu ci inviti all’umiltà e ci chiedi fedeltà.

Tu sei consolatore, o Dio!
Come sei buono!

Cfr. CH. DE FOUCUALD, Méditations sur les psaumes, Nouvelle Cité, Montrouge 2002, p. 78-81.

Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), Quali parole di consolazione racchiudono i tuoi salmi, mio Dio!, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2007.

Non temere, piccolo gregge

Sei buono mio Dio!
Tenere sono le tue parole:

“Non temete, piccolo gregge,
non temete, piccolo gregge,
poiché al Padre vostro
è piaciuto di darvi il suo Regno”.

Cfr. CH. DE FOUCAULD, L’imitation du bien-aimé, Méditations sur les Saints Évangiles (II), Nouvelle Cité, Montrouge 1997, p. 56.

Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), Canterò le tue misericordie, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2004.

O signore, a me rivela chi sei tu e chi sono io

C’è un momento forse in cui la tua grazia ci abbandona?
Forse esiste un tempo in cui il tuo cuore non ci ama?

Ci sarà un istante in cui
il tuo corpo divino non sarà nel tabernacolo?
Ci sarà un istante in cui
i tuoi angeli custodi su di noi non veglieranno?
Non saremo sostenuti dalla tua provvidenza?

O Signore, a me rivela chi sei tu e chi sono io.
O Signore tu sei grande, tu sei buono, tu sei Santo!

Cosa è l’uomo, o Signore, perché sempre lo ricordi?
Chi è l’uomo, o Signore, perché tu gli faccia visita?
Chi è l’uomo, o Signore, perché sempre tu lo guardi?
E perché ti fai conoscere dall’uomo peccatore?

O Signore, a me rivela chi sei tu e chi sono io.
O Signore tu sei grande, tu sei buono, tu sei Santo!

O Signore, a me rivela chi sei tu e chi sono io.
O Signore, a me rivela qual è la tua grandezza,
qual è la mia piccolezza.

O Signore, a me rivela quali i tuoi benefici,
qual è la mia ingratitudine.

E dopo questa doppia storia
intoniamo il canto di riconoscenza e di lode.

O Signore tu sei grande, tu sei buono, tu sei Santo!

Cfr. CH. DE FOUCAULD, Méditations sur les psaumes, Nouvelle Cité, Montrouge 2002, p. 66-68.

Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), Quali parole di consolazione racchiudono i tuoi salmi, mio Dio!, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2007.

Padre mio

Rit. Padre mio, mi abbandono a te:
fa’ di me ciò che ti piace!
Qualunque cosa tu faccia di me,
ti ringrazio, Padre.

Sono pronto a tutto, accetto tutto,
purché la tua volontà si compia in me
e in tutte le tue creature.
Non desidero altro, mio Dio. Rit.

Rimetto la mia anima nelle tue mani,
te la dono, mio Dio,
con tutto l’amore del mio cuore,
perché ti amo. Rit.

Ed è per me un’esigenza d’amore il donarmi,
il rimettermi nelle tue mani senza misura,
con una fiducia infinita,
poiché tu sei il Padre mio. Rit.

Cfr. CH. DE FOUCAULD, Lo Spirito di Gesù. Meditazioni (1898-1915), Città Nuova, Roma 1978, p. 79.

Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), Canterò le tue misericordie, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2004.

Per amore

Per amore, per puro amore,
per amore, per puro amore.
La mia vita alla sequela di Gesù
non una vita dolce e onorata
se la sua è stata dura e disprezzata.

Cfr. PICCOLA SORELLA ANNIE DI GESÙ, Charles de Foucauld, Qiqajon, Magnano (BI) 1998, pp. 48-49. Lettera a H. Duveyrier, 24 aprile 1890.

Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), Canterò le tue misericordie, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2004.

Questa piccola vita di Nazareth

In quei giorni Maria si mise in viaggio
e raggiunse in fretta la casa di Zaccaria.
Appena Elisabetta ebbe udito il saluto,
il bambino esultò nel suo grembo.

Nel mistero dell’Incarnazione
mi sono donato al mondo
per la sua salvezza.

Prima di nascere ispiro a mia madre
di portarmi a tutti gli uomini
per santificarli.

Vi dono la missione
che ho dato a mia madre:
portatemi al mondo
in silenzio, con la vita,
portatemi al mondo,
portate il mio Vangelo,
santificate il mondo.

Voi che vivete la vita nascosta
in mezzo a chi non mi conosce
portate il mio Vangelo.

Voi che adorate nel silenzio
la santa Eucaristia,
andate in tutto il mondo.

Vi dono la missione
che ho dato a mia madre:
portatemi al mondo
in silenzio, con la vita,
portatemi al mondo,
portate il mio Vangelo,
santificate il mondo.

Cfr. Ch. de Foucauld , Crier l’Évangile. Retraites en Terre Sainte , cit., pp. 21-22.

Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), “Questa piccola vita di Nazareth che sono venuto a cercare…”, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2008.

Rimanere ai piedi di Gesù

Chiudiamo gli occhi prima del sonno
nel dolce ricordo della presenza
del beneamato nostro Gesù;
e il mattino al nostro risveglio
il primo pensiero
sia rivolto a Lui.

La nostra anima si addormenti
non qui e non oggi
ma ai piedi di Gesù.

La nostra anima si svegli sempre
non qui e non oggi
ma ai piedi di Gesù.

La nostra anima si addormenti,
la nostra anima si risvegli
e continui la preghiera.

Cfr. CH. DE FOUCAULD, Méditations sur les psaumes, Nouvelle Cité, Montrouge 2002, p. 275-277.

Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), Quali parole di consolazione racchiudono i tuoi salmi, mio Dio!, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2007.

Sacro cuore di Gesù

Sacro Cuore di Gesù,
grazie di avermi colmato
di ricchezze eterne, celesti infinite.
Cœur Sacré de Jésus, merci.

Cfr. CH. DE FOUCAULD, Lo spirito di Gesù. Meditazioni (1898-1915), Città Nuova, Roma 1978, pp. 183-184.
Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), Canterò le tue misericordie, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2004.

Signore, chiami tutti a lodarti

Alleluia, alleluia, alleluia, alleluia.

Lodate il Signore, lodate
lodate voi popoli tutti, lodate
date a Lui gloria.

Come sei buono mio Dio,
tu chiami tutte le nazioni a lodarti,
a conoscerti, ad amarti,
a renderti gloria con la vita.

Lodate il Signore, lodate
lodate voi popoli tutti, lodate
date a Lui gloria
perché è forte il suo amore per noi
e la fedeltà del Signore dura in eterno.

Come sei buono, mio Dio,
la tua misericordia si estende su di noi, Signore, e la tua verità dimora in eterno.

Alleluia, alleluia, alleluia, alleluia.

Cfr. CH. DE FOUCAULD, Méditations sur les psaumes, Nouvelle Cité, Montrouge 2002, p. 434-436.

Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), Quali parole di consolazione racchiudono i tuoi salmi, mio Dio!, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2007.

Una nuova quaresima

È giunta una nuova Quaresima:
viviamo a imitazione di Gesù;
il suo viaggio sulla terra
è stato il passaggio di Dio.

Son questi i giorni donati
per vivere in ritiro e penitenza,
in contemplazione di Cristo
che vive il suo ritiro nel Padre.

C’insegni il nostro Salvatore
a lavorare umili e nascosti
portando con gioia il suo Vangelo,
vivendo con lui la sua Passione.
Amen.

Cfr. Ch. de Foucauld, Considérations sur les fêtes de l’année, Nouvelle Cité, Paris 1987, pp. 144, 148, 153-154.

Pubblicato in: Discepole del Vangelo (a cura), “Questa piccola vita di Nazareth che sono venuto a cercare…”, CD, Castelfranco Veneto (TV) 2008.

Anniversari della morte di Ch. de Foucauld

Per informazioni contattare: segreteria@discepoledelvangelo.it

1916-2016 Centenario della morte di Charles de Foucauld
cent_cdf_2016

99° Anniversario – 2015
comm_cdf_2016
Mio Dio, come sei buono come canterò le tue misericordie. Ch. de Foucauld e la misericordia

98° Anniversario – 2014
chdf 2014
Charles de Foucauld e i Vangeli. Arti in dialogo Opere e artisti

97° Anniversario – 2013
_DSC7588
“Tante culture, una fraternità. Sorelle e fratelli sui passi di Charles de Foucauld”
- “Accogliere, tutti, vicini e lontani”, Canti del coro “Amici per Charles de Foucauld
- “If you believe in God, God will never abandon you”, Breve rappresentazione del Gruppo nigeriano
- Let’s sing Gospel, Canti del Piccolo coro di bambine di diverse nazionalità
- “Tra Ciuita e Boè l è l nost bel gran Fodom…”, Note e danze dalle Dolomiti – Gruppo di Livinallongo, Fodom
- “Da fratello a fratello”, Immagini e canti della tradizione cattolica, ortodossa e musulmana proposti da alunni ed ex alunni del CFP “Lepido Rocco” – Castelfranco V.to
- “Io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo” (Mt 28,19-20), Canti della Comunità cattolica ghanese di Castelfranco V.to
- Sui passi di Charles de Foucauld, Breve rappresentazione sulla vicenda di Charles de Foucauld ideata da un gruppo di giovani

96° Anniversario – 2012
“La genialità della vita cristiana di Charles de Foucauld”. Relatore Mons. Claudio Stercal.
comm_2011

95° Anniversario – 2011
“Cominciano a chiamare la casa -la fraternità-” (Ch. de Foucauld).
Inaugurazione con il rito di Benedizione della nuova casa della Fraternità generale, presieduto da S.E. Mons. Gianfranco Agostino Gardin, Arcivescovo – Vescovo di Treviso.
comm_2011b

94° Anniversario – 2010
“Bisogna passare per il deserto per ricevere la grazia di Dio” (Ch. de Foucauld).
Immagini e musica sull’esperienza spirituale di Charles de Foucauld nel deserto.
Ideato e realizzato dalle, Discepole del Vangelo.
comm_2010b
93° Anniversario – 2009
“Intraprendere un’opera per amore” (Nazareth, 1 giugno 1900).
Spunti di riflessione su Charles de Foucauld sacerdote:
- La vocazione sacerdotale, Mons. Antonio Marangon
- La docilità alla Parola di Dio, sorella Antonella Fraccaro
- La prospettiva universale nella relazione con l’altro, Piccola Sorella di Gesù.

92° Anniversario – 2008
“Questa piccola vita di Nazareth che sono venuto a cercare…”
L’itinerario di Charles de Foucauld in Terra Santa.

Ideato e realizzato dalle, Discepole del Vangelo.

91° Anniversario – 2007
“Quali parole di consolazione racchiudono i tuoi salmi, mio Dio!”.
Meditazioni in musica sui commenti ai salmi di Charles de Foucauld.
Ideato e realizzato dalle, Discepole del Vangelo.

90° Anniversario – 2006
“Alla scuola dei santi. Perché studiare l’esperienza cristiana?”.
Relazione del Prof. Claudio Stercal per la presentazione del volume di sorella Antonella Fraccaro: «“Questa piccola vita di Nazareth che sono venuto a cercare…” La “vita cristiana” nei testi di fondazione di Charles de Foucauld».
Testimonianza del miracolo da parte dei coniugi, Pulici.

89° Anniversario – 2005
Partecipazione alla Beatificazione di Charles de Foucauld.

88° Anniversario – 2004
“Il Modello Unico”. Parole e musiche su una raccolta di Charles de Foucauld.
Ideato e realizzato dalle, Discepole del Vangelo.

87° Anniversario – 2003
“Gesù Eucaristia, solavita“. Parole e musiche sui testi di Charles de Foucauld.
Ideato e realizzato dalle, Discepole del Vangelo.

86° Anniversario – 2002
“Non si amerà mai abbastanza”. Charles de Foucauld: una vita consumata per Dio e per i fratelli.
Recital ideato e realizzato dalle, Discepole del Vangelo.

85° Anniversario – 2001
“La vita di Nazareth oggi stile di annuncio evangelico”, Padre Andrea Mandonico, Società Missioni Africane.

84° Anniversario – 2000
Celebrazione eucaristica per il riconoscimento a Istituto religioso di diritto diocesano delle Discepole del Vangelo.

83° Anniversario – 1999
“Charles de Foucauld… fedele imitatore di Gesù di Nazareth”.
Diapofilm sulla vita di Charles de Foucauld.

Ideato e realizzato dalle, Discepole del Vangelo.

82° Anniversario – 1998
“La perfezione della carità nella vita spirituale di Charles de Foucauld”, S. E. Mons. Paolo Magnani.

81° Anniversario – 1997
“L’accoglienza nella Bibbia”. Carlo de Foucauld, uomo di accoglienza gratuita a imitazione di Gesù di Nazareth, Don Carlo Velludo, sorella Annamaria Feltrin, Michela Cusinato

80° Anniversario – 1996
Carlo, fratello di Gesù: imitazione, intimità, obbedienza.
Pensieri sulla “spiritualità cristiana” di Charles de Foucauld
, Don Lino Cusinato.

79° Anniversario – 1995
Professione religiosa di una Discepola del Vangelo. 

78° Anniversario – 1994
Visione diapositive sui luoghi foucauldiani dell’Algeria, Don Antonio Polo e Zoe Albarello.

77° Anniversario – 1993
Charles de Foucauld e la nuova evangelizzazione, Padre Carlo Vecchiato (frate minore conventuale).

76° Anniversario – 1992
Veglia di preghiera sui testi di Charles de Foucauld, Don Angelo Miotto

lettere_donne_chdfCh. de Foucauld (presentazione, traduzione e note a cura di Discepole del Vangelo), Lettere a donne consacrate: madri, sorelle, figlie, Glossa, Milano 2015.

Charles de Foucauld, nel corso della sua vita (1858-1916), ha scritto migliaia di lettere a laici, sacerdoti e religiosi. Alcune di esse sono state indirizzate a donne consacrate: monache, religiose e laiche, dal tempo della permanenza a Nazareth (1897-1900), fino al termine della sua vita. La corrispondenza con queste donne ci consegna, come altri suoi scritti, la passione per il Beneamato Gesù e per gli uomini e donne, credenti e non credenti; i principi evangelici della missione che Charles aveva a cuore; la sollecitudine nel rendere partecipi molti dell’amore di Dio.
Frère Charles è, per le donne alle quali scrive, ora un padre, ora un fratello, ora un figlio nella fede. Le accompagna spiritualmente; condivide con loro i suoi progetti nel Sahara; è grato della cura che queste consacrate riservano alla sua vita, totalmente dedita al Vangelo e ai poveri.

CdF_abbandonolibro2E. Fregolent – C. Stercal – M. Vighesso, Charles de Foucauld: preghiera di abbandono, Centro Ambrosiano, Milano 2014.

L’abbandono della fede ha questo tratto caratteristico: è il suo inizio più semplice, ma anche il suo più arduo compimento. Nella figura di Charles de Foucauld, “fratello universale”, c’è veramente uno spazio ospitale per chiunque, all’interno di quei due estremi. Nell’abbandono della fede – ma potremmo dire anche: nell’abbandono che la fede è – si forma una reale fraternità di uguali, per quanto diversi. La fede che ci unisce non può essere meno di questo. Ma neppure più di questo.

 

fraccaro_cdfA. Fraccaro, Charles de Foucauld e i Vangeli. Meditare la Bibbia “per compiere un atto d’amore”, Glossa, Milano 2014.

In un contesto ecclesiale e culturale di distanza dal testo biblico, Charles de Foucauld (1858-1916) ha scelto di formare la sua vita e la sua missione alla scuola della Parola di Dio. L’assidua meditazione scritta del Vangelo ha trasformato la sua esistenza e lo ha condotto a compiere atti d’amore verso Dio e verso i fratelli, attraverso forme di relazione accoglienti e rispettose della condizione di vita di ciascun uomo e donna. Il fedele approccio ai Vangeli è diventato, nel tempo, principio ispiratore e regola per la vita di altri: l’eredità che frère Charles ha lasciato è stata raccolta da vicini e lontani e dai gruppi ecclesiali nati al suo seguito. Religiosi, laici e sacerdoti, nelle loro condizioni di vita e sparsi in tutto il mondo, continuano a praticare la modalità di affidamento al Vangelo che Charles de Foucauld ha inaugurato. La familiarità con la Parola, atto d’amore verso Dio e verso il prossimo, genera atti di bontà e promuove un’esistenza di universale fraternità, che è autenticamente ecclesiale perché umana secondo lo spirito del Vangelo.