ECHI DALLA CANONIZZAZIONE
ROMA – 15 MAGGIO 2022

202205_CdF-ECHI_canonizzazione

Alcuni “echi” dai giovani, di varie zone di Italia, che erano presenti con noi a Roma alla canonizzazione di Charles de Foucauld!
#CharlesDeFoucauldSanto

Veneto

202205_CdF-ECHI_VenetoUna cosa che ci ha colpito di Charles è il suo modo di stare con le persone, soprattutto con i più poveri ed emarginati, e il suo impegno a stare con gli altri anche nelle difficoltà.
Con le testimonianze poi abbiamo potuto vedere che si può vivere ancora al giorno d’oggi come lui ha vissuto, e l’esperienza di Charles ci insegna a guardare le persone diverse da noi non come un ostacolo ma come un’occasione per crescere e imparare tante nuove cose.

A primo impatto questa esperienza ci è sembrata un po’ impegnativa e noiosa perché non conoscevamo nessuno ed era la prima volta che andavamo a Roma, ma si è rivelata il contrario di quello che pensavamo: infatti, è stata molto divertente ed educativa. Abbiamo conosciuto persone che provenivano da diverse zone d’Italia, ma soprattutto abbiamo approfondito la figura di Charles de Foucauld, il fratello universale. 
Lui ci ha trasmesso il suo immenso amore per Dio e per i più bisognosi e ci ha insegnato ad amare il prossimo senza barriere.

ANNA, CHIARA E GIOVANNA

Il Papa ci ha poi ricordato nell’omelia che “ognuno di noi è chiamato alla santità, a una santità unica e irripetibile”: questa sua affermazione ci dà fiducia che anche nel nostro piccolo; nelle nostre occupazioni quotidiane noi possiamo servire Dio e portare un po’ del suo amore nel mondo.
In questo pellegrinaggio ci siamo proprio sentite accolte in una grande famiglia, come in un abbraccio che non esclude nessuno, così come desiderava Charles.

CRISTINA E BENEDETTA

Milano – Torino

Questi tre giorni sono stati per tutti noi “asse Torino-Milano” brevi ma intensi, abbiamo attraversato ben sei regioni in una giornata di viaggio per arrivare in una piazza con più di 45.000 persone diverse ma con la nostra stessa luce degli occhi di chi è ammirato e guidato da ciò che hanno fatto i dieci Santi canonizzati domenica 15 maggio e con una piccola speranza perché come ha detto papa Francesco durante l’omelia, “Ognuno di noi è chiamato a santità, unica e irripetibile”. Ci ricorderemo per sempre di questa esperienza e quando sentiremo il nome del nostro amico Charles (come ci piace chiamarlo), beh potremo dire noi c’eravamo!

STEFANIA202205_CdF-ECHI_TO-MI

Sono stata a Roma per la canonizzazione di Charles De Foucauld insieme ad un gruppo di persone totalmente diverse, le une dalle altre. Se penso allo spirito di Charles, avrebbe sicuramente sorriso nel vederci parlare in corriera, nel vederci ascoltare in Piazza San Pietro e nella basilica di San Giovanni Laterano. Abbiamo fatto strada insieme a lui e per lui. Osservando le Discepole del Vangelo ho pensato alla frase di Erich Fromm: “Amare qualcuno non è solo un forte sentimento, è una scelta, una promessa, un impegno”.
Grazie Santo Charles per ricordarci che non c’è nulla di impossibile a Dio.

ROXANNE

Milano – Pastorale giovanile diocesana

“Voglio abituare tutti [...] a considerarmi come loro fratello, il fratello universale”
Charles de Foucauld

202205_CdF-ECHI_Past-MINei giorni trascorsi a Roma, non solo abbiamo avuto l’opportunità di conoscere maggiormente la spiritualità del nuovo santo, ma anche di sperimentarla grazie ai diversi volti incontrati.
Torniamo a casa con profondo desiderio di farci sempre sempre più fratelli di tutti, capaci di mettere al centro della nostra quotidianità le relazioni con l’altro ed essere aperti a “legami” che mettono in gioco le nostre vite.

Per noi di Casa Légami, giovani che vivono un’ esperienza di fraternità a Como, Charles de Foucauld è una bella e luminosa figura dalla quale lasciarci ispirare. Abbiamo partecipato a questo pellegrinaggio affascinati dalla sua testimonianza di vita fraterna caratterizzata da una quotidianità semplice e nascosta, nello stile della vita di Nazareth.